Porta Aquila




All’epoca della costruzione delle mura, secondo il piano urbanistico attuato dal Cansignorio Della Scala nel XIV secolo, il centro abitato si sviluppava lungo un asse principale tra Porta Aquila e Porta Verona, due delle tre originarie porte di accesso alla città, l’una a nord verso la vallata, l’altra a sud verso l’antica via Postumia. L’organismo edilizio di Porta Aquila si compone di due corpi di fabbrica ben distinguibili in quanto a identità statica, costruttiva, storica:

  • la torre (o mastio), edificata insieme alla cinta muraria
  • la porta antistante addossata in un secondo momento.

Tutto il complesso è stato oggetto di un profondo scavo, come si può rilevare dalla diversità della tessitura muraria dell’attuale basamento e dalla quota dell’imposta del portone ligneo d’ingresso che si trova notevolmente al di sopra della quota attuale di pavimentazione. Antistante alla porta si colloca inoltre un’ulteriore costruzione costituita da due setti murari: quello ad Est costituisce il muro di contenimento di un terrapieno mentre quello ad Ovest si trova attualmente completamente isolato.

GO TO POI
INDICAZIONI PEDONALI