Battaglia di Castelcerino




La quarta guerra napoleonica investì l’est veronese tra il 26 e il 30 aprile del 1809. L’armata di Napoleone Bonaparte contro le truppe dell’Impero Asburgico e dell’Inghilterra. Uno dei paesi maggiormente colpiti fu la frazione di Castelcerino.
Dal 26 al 30 aprile 1809, nel quadro del vasto conflitto tra la quinta coalizione, formata da Austria – Ungheria ed Inghilterra e l’armata del generale Bonaparte con i giacobini italiani, i paesi di Caldiero, Illasi, Cazzano, San Vittore e Fittà furono teatro di battaglie tra austriaci e italo-francesi. La più sanguinosa di queste venne combattuta il 30 aprile del 1809 a Castelcerino.

Si calcolarono intorno alle 2000 perdite, tra morti e feriti, da parte dei franco-italiani. Davanti a Villanova e intorno a Castelcerino giacevano dai 3 ai 400 corpi di caduti della Guardia Reale italiana. Tra i 700 prigionieri si trovava anche il generale francese Sorbier ferito; morirà dopo poche settimane.

Gli imperiali persero in tutto 1822 uomini (e 10 cavalli!).