LE MURA SCALIGERE




Costruite nel 1369, durante la dominazione di Cansignorio della Scala, recingono il paese dipartendosi dai due lati del Castello in un caratteristico e particolare effetto scenografico. Anticamente, tre sole porte davano accesso diretto al paese: a nord, Porta Aquila – il primo documento che ne parla è del 1374 (restaurata nel 2008), a est Porta Vicentina (restaurata nel 1986), e a sud Porta Verona (restaurata nel 2006) che dà accesso alla via principale, via Roma, e conduce nel cuore del paese.

Di proprietà del Comune, le mura, il cui intervento di recupero è stato esempio da manuale studiato in un summit mondiale nell’aprile 2008, hanno attirato l’attenzione di sovrintendenti, professionisti ed esperti internazionali di restauro.

Del ‘Camminamento di Ronda’ si è ripristinato il lastricato di pietra realizzando le protezioni di acciaio e legno per dare l’idea di com’era una volta e per invitare ad un percorso didattico sulle mura che partirà dal Castello e arriverà poi, oltrepassando anche quattro torri con solai in legno, sino al tratto di mura di via Torricella.