Porta Vicentina




Anche porta vicentina, come le altre porte, è aperta alla base di una torre, e come le altre, è protetta da un rivellino a camera doppia e da cortine merlate di difesa. All’origineera munita di saracinesca, battennti e ponte levatoio.

La porta dà sul suggestivo Borgo Covergnino, probabile storpiatura del termine “coventino”, con riferimento al piccolo convento, oggi scomparso, dei frati francescani della vicina Chiesa millenaria di San Giorgio.

Sui pilastri esterni, si può intravvedere, anche se scalpellato, lo stemma scaligero.

Unica delle tre antiche porte a presentarsi nelle sue dimensioni autentiche, ha visto, negli anni ’90, il restauro della sua torre. Da anni si auspica il restauro del ponte levatoio, mentre è già stato sistemato il camminamento dalla Porta fino alla Chiesa dei Padri Domenicani, che si congiunge alla salita che porta al Castello.

GO TO POI
INDICAZIONI PEDONALI